• Opera

    • Corso di lingua cinese classica e letteraria
      • Descrizione
      • Indice
      • Sfoglialibro
      • Note biografiche
    • Attilio Andreini      Giulia Baccini      Maurizio Scarpari     

      Corso di lingua cinese classica e letteraria

      • Descrizione
      • Indice
      • Sfoglialibro
      • Note biografiche

      Descrizione

      Il Corso di lingua cinese classica e letteraria illustra le caratteristiche della lingua cinese dei testi risalenti al periodo tra il VI e il II secolo a.C. e ne descrive l’evoluzione in quella che è stata definita “lingua letteraria” (wenyan), impiegata da eruditi e funzionari per quasi due millenni per comporre testi in prosa o in versi, ma anche per redigere documenti ufficiali di carattere amministrativo.

      Dopo una introduzione che mette in risalto l’approccio didattico innovativo basato su “griglie” sintattiche, il Corso si articola in due parti: la prima relativa alla lingua classica (gudai hanyu), di cui sono descritte le principali strutture con note di commento e box di approfondimento; la seconda alla lingua letteraria, attraverso l’analisi e la traduzione dei testi letterari, storici e filosofici, integrati da ampie annotazioni critiche.

      Il Corso è corredato da esercizi e da una selezione di brani tratti dalle principali opere classiche e post-classiche da analizzare e tradurre.

      Indice

      Prefazione. Tavola cronologica. Griglie sintattiche. La lingua cinese classica: Descrizione della lingua cinese classica - Parola e sintagma - La frase verbale semplice, parte prima - Coordinazione e determinazione - La frase verbale semplice, parte seconda - Voce e aspetto del verbo - Avverbi e verbi ausiliari - Costruzioni particolari - Modalità e intonazione - La nominalizzazione semplice - La nominalizzazione relativa - La nominalizzazione con il sostituto indefinito - La frase nominale - La frase complessa - I testi. La lingua cinese letteraria: Introduzione alla lingua letteraria - Introduzione ai testi - Storie dinastiche - Zhiguai - Agiografie - Aneddoti di ispirazione buddhista - Jataka - Commentari. Fonti e bibliografia.

      Sfoglialibro

      Note biografiche

      Attilio Andreini, professore ordinario di Lingua cinese classica all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è autore di traduzioni critiche di opere cinesi antiche, tra cui Laozi Daodejing. Il canone della Via e della Virtù (Einaudi 2018), e di numerosi studi sul rapporto tra filologia e filosofi a alla luce della tradizione manoscritta della Cina pre-imperiale. Per Hoepli è autore con Maurizio Scarpari della Grammatica della lingua cinese classica (2020).

      Giulia Baccini insegna Lingua e letteratura cinese classica all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Il suo ambito di ricerca verte sulla storia della letteratura cinese pre-moderna, in particolare sui testi in prosa del periodo Han-Sei Dinastie (206 a.C.-589 d.C.).

      Maurizio Scarpari, già ordinario di Lingua cinese classica all’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha curato diverse mostre archeologiche e pubblicato numerosi articoli e monografie sulla lingua classica e sul pensiero filosofico antico e la sua incidenza sul pensiero politico attuale. Per Hoepli è autore con Attilio Andreini della Grammatica della lingua cinese classica (2020).

  • Formati libro

    • Brossura
      Dimensioni: 19,5 x 26
      Stampa: 2 colori
      Pagine: XIV-306
      ISBN: 9788836005352
      Prezzo: € 34,90

    Formati digitali

    • Piattaforma: bSmart
      ISBN: 9788836005369
      Prezzo: € 26,17