Argomenti

33 risultati trovati - pagina 1 di 4

    • Albano Marcarini   

      Atlante dei monti arcani

      Storie e miti del mondo verticale

      Alcune montagne sono circonfuse di un'aura ancora più elevata di quanto la loro altezza geografica riveli.

      Sono montagne sacre o mitiche o mitizzate o idealizzate. Non vi è regione del mondo che ne sia priva, non vi è popolo che non ne abbia una.

      E ognuna ha la sua vicenda, la sua narrazione: dimora degli dei come il Monte Olimpo, poteri magnetici come il Monte Calamita, meta di pellegrinaggio come il Kailash, ultimo rifugio come il Monte Ararat, rivelazione come il Monte Sinai.

    • Dan Jones   

      Crociati

      L'epica storia delle guerre per la Terra Santa

      La storia delle crociate scritta da un maestro nella divulgazione storica medievale, in un racconto avvincente sostenuto da un’autorevole ricerca delle fonti.

      Dalla predicazione della prima crociata di papa Urbano II nel 1095 alla perdita dell’ultimo avamposto nel 1302-1303, dalla conquista di Gerusalemme nel 1099 all'assedio di Acri nel 1291, Crociati narra una storia intrisa di sangue cristiano, ebraico e islamico, popolata da personaggi straordinari e caratterizzata sia da mera ambizione sia da alti principi. Tra le voci protagoniste, non solo papi e re, ma anche poeti arabo-siciliani, principesse bizantine, studiosi sunniti, visir sciiti, soldati schiavi mamelucchi, capi mongoli e frati scalzi.

      Jones guarda alle radici delle relazioni cristiano-musulmane nell’VIII secolo e traccia l’influenza delle crociate fino ai giorni nostri, in un percorso profondamente umano e dichiaratamente pluralista, estendendo il focus geografico a regioni lontane che ospitarono cosiddetti nemici della Chiesa, tra cui Spagna, Nord Africa, Francia meridionale e Stati baltici.

      Mai prima d’ora l’epoca delle crociate era stata ricostruita in toni così brillanti e suggestivi, e la loro storia raccontata con tanto gusto.

    • Eric H. Cline   

      La città perduta di re Salomone

      Alla ricerca di Armageddon

      Il fascino della scoperta di una città al crocevia della storia, la biblica Armageddon, nel vivido racconto dell’archeologo più letto, autore di 1177 a.C. Il collasso della civiltà.

      Era il 1925 quando James Henry Breasted, egittologo e direttore dell’Oriental Institute dell’Università di Chicago, mandò una squadra di archeologi in Terra Santa, avviando una campagna di scavi nell’antica Megiddo, l’Armageddon del Nuovo Testamento, una delle città fortificate da re Salomone. I risultati degli scavi fecero sensazione, conquistando le prime pagine dei quotidiani internazionali. Eppure, poco è stato scritto sui retroscena di quella grande impresa archeologica.

      In questo libro Eric H. Cline, vestendo i panni del detective, scava nella messe di scritti lasciati dalla squadra di Chicago per restituire un pezzo di storia dell’archeologia, sullo sfondo della Grande depressione che sconvolse gli Stati Uniti e delle tensioni che scossero la Palestina sotto mandato britannico. Riaffiorano così i conflitti interni che intralciarono la spedizione, il dibattito sulla datazione dei resti rinvenuti a Megiddo e gli straordinari ritrovamenti che hanno trasformato la nostra conoscenza del mondo antico, con un cast di personaggi degni di uno sceneggiato.

    • David Barnouw   

      Il fenomeno Anne Frank

      Uscito in Olanda nel 1947, il Diario di Anne Frank è stato tradotto rapidamente in tutto il mondo. Le vicende di un’adolescente che si nasconde alla barbarie nazista e muore in un campo di concentramento divennero un simbolo incancellabile del male assoluto.

      Ne sono testimonianza le opere teatrali, cinematografiche, il pellegrinaggio al suo nascondiglio di Amsterdam di centinaia di migliaia di persone ogni anno. In questo saggio David Barnouw ha indagato analiticamente il «fenomeno Anne Frank» andando alle radici della storia di un’icona della resistenza a ogni totalitarismo.

      In aggiunta il volume è arricchito da una postfazione a firma di Massimo Bucciantini, che ha ricostruito le sorprendenti vicende editoriali del libro nel nostro Paese.

    • Roberta Simonis   

      OURI - Images in Wonderland

      Rock Art in Eastern Tibesti

      Ouri, Images in Wonderland marks a remarkable advance in publications of prehistoric rock art in the Ouri plain (Eastern Tibesti, Chad). In the early 1990s, the Tibesti was again accessible after a 20-years-long period of unrest. At that time, the European experts of African rock art were scarcely aware of the exceptionality of the Ouri art, only known through the publication of a restricted number of papers.

      The author Roberta Simonis and her collaborators offer a compendium of the research carried out by Aldo Boccazzi, Donatella Calati, Adriana Ravenna and Sergio Scarpa Falce in the years 1993-2009, when they organised eight reconnaissance expeditions to the Ouri plain, either together or in the company of other rock art enthusiasts. Not only they revisited the decorated sites published by the early explorers, but reported a large number of new findings. Their observations and photographic documents form the groundwork of this book and the quality of András Zboray’s digital photographs helps improve the comprehension of the unique art of this remote part of the Sahara.The book includes two maps and over 1600 figures, with colour photographs, DStretch treatments, tracings of single figures and several overall pictures showing the complexity of the larger painted panels. The volume is divided into 23 chapters of unequal length, each dealing with a different area of the Ouri plain.

    • Geoffrey Parker   

      L'imperatore

      Vita di Carlo V

      Sovrano di Spagna, Germania, Paesi Bassi e di buona parte dell’Italia e del Centro e Sud America, Carlo V coltivò per tutta la vita una grande aspirazione: l’immortalità. Posò per farsi ritrarre da pittori della levatura di Tiziano, finanziò narrazioni eroiche delle sue gesta, così come sontuosi monumenti e palazzi, spingendosi a scrivere un’autobiografia trionfale. Per non dire degli oltre 100.000 atti ufficiali in varie lingue che firmò durante il suo regno.

      Le testimonianze che lo riguardano sono davvero impressionanti: eppure, la sua figura rimane ancora sfuggente, avvolta in una sorta di mito che lo stesso imperatore contribuì a creare.

      La ricostruzione di Geoffrey Parker, uno dei più autorevoli storici dell’Europa moderna, dopo lunghe e meticolose ricerche d’archivio, che hanno fatto emergere nuovi documenti di mano dello stesso Carlo V, riesce finalmente a comporre in un mosaico complesso e unitario una biografia esaustiva e illuminante.

      L’Imperatore è la narrazione della straordinaria parabola di Carlo, da giovane erede di modesti possedimenti nei Paesi Bassi, a vittorioso sovrano del Sacro romano impero, fino alle ultime campagne militari e al ritiro a vita privata. Esaminando i dettagli intimi della vita del sovrano alla ricerca di indizi che ne illustrino il carattere e le inclinazioni, Parker svela le ragioni sottese alla creazione e alla salvaguardia del primo e più duraturo impero transoceanico del mondo.

    • Albano Marcarini   

      Atlante inutile del mondo

      100 luoghi che non hanno fatto la storia

      Un repertorio di anomalie geopolitiche che raramente hanno avuto un posto nella storia o hanno lasciato un segno nella geografia: repubbliche scombinate, regni effimeri, imprese utopiche, assurdità confinarie, isole perdute o mai nate, città improbabili. Da Benzinopoli alle Formiche di Grosseto, dal Monte Bianco a Semifonte ma anche dall’Isola dei Fagiani alla Caliacra, dall’Hôtel Belvédère all’Isola di Gigha, dai Chevsuri al Buganda, dall’Isola Inaccessibile all’Isola Zero.

    • Achille Bertarelli    Antonio Monti   

      Tre secoli di vita milanese

      1630-1875. Ristampa anastatica della 1ª edizione

      Monumentale opera sulla storia di Milano dalla manzoniana peste del 1630 ai primi anni dell’Italia unita (1875). Il ricchissimo apparato iconografico la rende soprattutto un’insuperata storia visuale della città di Milano. La straordinaria attività di ricerca dei due autori ha consentito infatti di radunare in un solo volume un’enorme quantità di antiche mappe, carte, piante, disegni, stampe, vedute, ritratti, libelli, opuscoli, frontespizi, insegne tipografiche, vignette, proclami, editti e altro ancora. Uscito in prima edizione da Hoepli nel 1927, il libro viene ora riproposto in edizione anastatica e costituisce un vero e proprio avvenimento culturale che finalmente rimette in circolazione un grande classico della storia milanese.

    • Anthony Everitt   

      Alessandro Magno

      La vita, le avventure e l’enigma della sua morte

      Che cosa possiamo imparare dall’incredibile ascesa e dalla misteriosa morte del più grande conquistatore del mondo antico? Sono passati più di due millenni da quando Alessandro Magno costruì un impero che si estendeva dal remoto regno di Macedonia, alla Persia e infine all’India – e tutto prima della sua prematura morte a soli trentatré anni. I racconti degli eventi della sua vita, reali e leggendari, lo hanno reso immortale.

      In questo libro Anthony Everitt affronta la vita di Alessandro in base ai criteri della sua epoca ed esamina tutte le contraddizioni. Dal principe con una naturale tendenza alla curiosità e un forte interesse per le scienze e le esplorazioni, all’uomo amante delle arti che considerava la grande epica dell’Iliade come una sorta di Bibbia.

      Con l’espandersi del suo impero Alessandro dimostrò rispetto per le tradizioni dei nuovi sudditi e attento discernimento nell’amministrare i vasti territori assoggettati. La sua ascesa però ebbe anche un lato oscuro. Da conquistatore invincibile, Alessandro glorificava la guerra ed erano noti i suoi atti di crudeltà.

      E mentre prosegue il dibattito sul significato della sua vita, la morte di Alessandro rimane un mistero. Morì per cause naturali – ucciso da una febbre – o fu assassinato dai suoi ufficiali, infuriati dal suo comportamento tirannico? Una spiegazione della sua morte si può trovare soltanto in ciò che sappiamo della sua vita ed Everitt prova a risolvere l’enigma.

    • John Clubbe   

      Un instancabile rivoluzionario

      La vita di Ludwig van Beethoven

      Un’affascinante e inedita esplorazione su come l’Illuminismo, la Rivoluzione francese e l’epoca di Napoleone abbiano formato gli ideali di Beethoven, e su come abbiano ispirato la sua musica.

      Fu a Bonn, sua città natale, che Beethoven conobbe le idee illuministiche e rivoluzionarie di cui si parlava nei caffè e all’università. Trasferitosi a Vienna per studiare con Haydn, si fece un nome come brillante pianista e compositore innovativo. In quella città così conservatrice, capitale dell’impero asburgico, Beethoven seguì appassionatamente la folgorante ascesa di Napoleone.

      E così come Napoleone aveva agito per liberare l’Europa dall’ancien régime, allo stesso modo Beethoven desiderava la liberazione dell’umanità attraverso la musica. Riuscì a superare l’epoca di Haydn e Mozart in composizioni come l’Eroica e nell’opera lirica Fidelio, entrambe ispirate alla Rivoluzione francese e a Napoleone.

      In questo libro intenso e appassionato John Clubbe racconta la fede rivoluzionaria di Beethoven attraverso le sue composizioni e i suoi scritti, accostandolo alle maggiori figure del Romanticismo come Schiller, Goethe, Byron, Chateaubriand e Goya.