Argomenti

246 risultati trovati - pagina 1 di 25

    • Maria Carmela Benvenuto    Flavia Pompeo   

      La lingua degli antichi Persiani

      Appartenente alla famiglia delle lingue indoeuropee, il persiano antico, la lingua iranica di più antica attestazione diretta, ha ricoperto un ruolo chiave nella decifrazione del cuneiforme. Dal VI al IV secolo a.C., durante l’epoca della dinastia achemenide ha conosciuto un’ampia diffusione nel multilingue e multietnico impero persiano. Non a caso, la maggior parte dei testi in persiano antico è costituita dalle iscrizioni monumentali, spesso plurilingui, redatte per volontà dei sovrani.

      Dopo una breve introduzione dedicata alla storia dell’impero achemenide e alla scrittura cuneiforme, il volume presenta la lingua persiana antica seguendo un modello di descrizione grammaticale sincronica ma non priva di riferimenti diacronici alla comparazione indoeuropea e interlinguistica, indispensabili alla comprensione di alcuni fenomeni. La grammatica si articola in capitoli dedicati all’analisi dei differenti livelli linguistici ed è arricchita da un vasto repertorio di esempi.

      Segue la crestomazia che, pur nella relativa scarsità documentaria del persiano antico, intende fornire un’antologia rappresentativa dei testi achemenidi in traduzione italiana, offrendo ai lettori non solo un saggio della lingua, ma anche uno spaccato della cultura e della storia di una grande dinastia dell’antichità. Completano il volume la bibliografia ragionata e il glossario dedicato alle parole contenute nei testi della Crestomazia.

    • Paola Puccini    Michèle Vatz Laaroussi    Claude Gélinas   

      La médiation interculturelle

      Aspects théoriques, méthodologiques et pratiques

      La diversité culturelle est désormais une réalité incontournable dans les sociétés contemporaines et force à réfléchir sur les actions à entreprendre pour assurer la cohésion sociale, créer de nouvelles relations au sein de la différence, promouvoir l’égalité des chances et favoriser la participation citoyenne de tous.

      Les médiatrices et médiateurs interculturels constituent, sur ce plan, des ressources professionnelles d’une grande valeur. Par son contenu théorique, méthodologique et pratique, le présent ouvrage à visée pédagogique rend compte des démarches entreprises pour définir, délimiter et systématiser le domaine des médiations interculturelles, avec pour objectif de faire ressortir l’esprit de la médiation interculturelle, au regard de ses espaces d’application, de ses modes d’intervention, de ses finalités en lien avec le vivre-ensemble, ainsi que des considérations éthiques, des valeurs et des responsabilités qui sous-tendent la pratique.

    • Roberto Francavilla    Inocência Mata    Valeria Tocco   

      Le letterature africane in lingua portoghese

      Temi, percorsi e prospettive

      Concentrandosi su snodi tematici e concettuali fondamentali e proponendo riflessioni dalla prospettiva degli studi culturali, postcoloniali e della critica letteraria, questo manuale presenta i molteplici aspetti delle letterature africane di lingua portoghese nelle loro specificità di contesto e nelle loro principali dinamiche di dialogo, scambio, assimilazione, appropriazione e contrappunto di modelli interni ed esterni.

      Il volume, pensato e organizzato da Roberto Francavilla, Inocência Mata e Valeria Tocco, si avvale della collaborazione di numerosi specialisti italiani e stranieri, e si focalizza sulle letterature di Angola, Capo Verde, Guinea-Bissau, Mozambico e São Tomé e Príncipe. I vari contributi hanno l’obiettivo di mappare fenomeni recenti e contemporanei in dialogo con la tradizione autoctona, utili a comporre un quadro dinamico delle manifestazioni culturali prodotte nell’Africa che parla portoghese. Nella parte finale del testo sono invece analizzate la ricezione e la divulgazione delle suddette letterature in Italia e in italiano, proponendo una sistematizzazione della materia con particolare attenzione ai processi di traduzione e diffusione.

    • Attilio Andreini    Giulia Baccini    Maurizio Scarpari   

      Corso di lingua cinese classica e letteraria

      Il Corso di lingua cinese classica e letteraria illustra le caratteristiche della lingua cinese dei testi risalenti al periodo tra il VI e il II secolo a.C. e ne descrive l’evoluzione in quella che è stata definita “lingua letteraria” (wenyan), impiegata da eruditi e funzionari per quasi due millenni per comporre testi in prosa o in versi, ma anche per redigere documenti ufficiali di carattere amministrativo.

      Dopo una introduzione che mette in risalto l’approccio didattico innovativo basato su “griglie” sintattiche, il Corso si articola in due parti: la prima relativa alla lingua classica (gudai hanyu), di cui sono descritte le principali strutture con note di commento e box di approfondimento; la seconda alla lingua letteraria, attraverso l’analisi e la traduzione dei testi letterari, storici e filosofici, integrati da ampie annotazioni critiche.

      Il Corso è corredato da esercizi e da una selezione di brani tratti dalle principali opere classiche e post-classiche da analizzare e tradurre.

    • Patrícia Ferreira   

      Grammatica d'uso della lingua portoghese B1-B2

      Teoria ed esercizi

      La Grammatica d’uso della lingua portoghese B1-B2 è un manuale di facile utilizzo per l’apprendimento della lingua nella sua variante europea, pensato sia come supporto al libro di testo in aula, sia come strumento per lo studio autonomo.

      Il testo, caratterizzato da un approccio contrastivo che permette di superare più facilmente le principali difficoltà del portoghese per i parlanti di lingua italiana, è strutturato in 100 unità disposte in sequenza progressiva per affrontare le regole grammaticali della lingua. Si rivolge agli studenti di livello intermedio e copre in modo chiaro, preciso e sintetico i contenuti previsti per il raggiungimento dei livelli B1-B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, seguendo le indicazioni del Referencial Camões PLE. Inoltre, per consentire il pieno raggiungimento degli obiettivi previsti nei corsi di laurea triennale, sono inclusi numerosi contenuti di livello C1.

      Ogni unità è organizzata come una pratica scheda su doppia pagina: la pagina di sinistra (pari) presenta un’efficace spiegazione dei contenuti teorici, corredata di numerosi esempi d’uso, schemi e rubriche per facilitare l’apprendimento. La pagina di destra (dispari) riporta esercizi corrispondenti ai contenuti grammaticali appena affrontati. Sono inoltre appositamente dedicate alla fonetica e all’ortografia cinque unità con esercizi mirati.

      Ogni dieci unità sono presenti attività di riepilogo per il consolidamento delle conoscenze e per la verifica dei progressi raggiunti.

      Completano il volume le soluzioni di tutti gli esercizi proposti, un’appendice con tabelle grammaticali riepilogative, un indice analitico dei principali argomenti svolti e le tracce audio Mp3 degli esercizi di ascolto, disponibili alla pagina hoeplieditore.it.

    • Anna Brännström    Celina Bunge Repetto    Andrea Meregalli   

      Lagom Lätt. Corso di lingua svedese

      Livelli A1-A2+ del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue

      Lagom lätt è un corso comunicativo di lingua svedese per principianti madrelingua italiani che prevede una graduale progressione linguistica fino al livello A2+ del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

      La nuova edizione è stata integralmente rivista e integrata con aggiornamenti che ne potenziano le funzionalità didattiche.

      Le 14 unità in cui si struttura il volume accompagnano studentesse e studenti consentendo l’acquisizione delle conoscenze fondamentali per l’utilizzo della lingua nelle situazioni più comuni. Il metodo didattico utilizzato si basa su un approccio comunicativo, ma con un solido inquadramento grammaticale e contrastivo, grazie al costante confronto tra le due lingue.

      Ogni unità si apre con un dialogo o un testo che introduce il lessico di base in contesti comunicativi della vita quotidiana. Seguono un glossario dei termini nuovi, schede grammaticali essenziali con spiegazioni che evidenziano le differenze fra la lingua svedese e l’italiano, alcune note di cultura e civiltà, diversi tipi di esercizi per mettere in pratica le funzioni e le strutture incontrate.

      Le tracce audio Mp3 costituiscono uno strumento fondamentale per apprendere la pronuncia

      corretta ed esercitare la comprensione orale.

    • Helga-Maria Marcks    Paola Minucci   

      Hallo. Corso di tedesco con esercizi e soluzioni

      Livelli A1-B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue

      La nuova edizione di Hallo. Corso di tedesco con esercizi e soluzioni, pensata sia per la didattica in aula sia per l’apprendimento autonomo, offre un percorso didattico rivolto a studenti italofoni che intendono acquisire competenze linguistiche dal livello A1 fino al livello B1.

      L’articolazione del corso presenta in un unico volume il libro di testo, Kursbuch, seguito dall’eserciziario, Arbeitsbuch, e dalle soluzioni, per permettere l’immediata applicazione e verifica dei contenuti spiegati.

      Attraverso 12 capitoli, ciascuno suddiviso in 5 lezioni, lo studente sviluppa le proprie competenze comunicative e apprende le nozioni grammaticali. Inoltre, nel corso della trattazione, non mancano informazioni di carattere linguistico o culturale e suggerimenti per facilitare l’acquisizione dei concetti più complessi. Completano l’opera il riepilogo dei verbi irregolari e un utile glossario dei termini usati nel volume.

      Principali novità di questa seconda edizione sono la fruizione del manuale anche in versione eBook+, le tracce audio in formato Mp3 disponibili sul sito hoeplieditore.it, l’aggiornamento iconografico e il rinnovamento della proposta di esercizi.

    • Olivier Durand    Annamaria Ventura   

      Grammatica di arabo marocchino

      Lingua dārija

      La Grammatica di arabo marocchino è una trattazione linguistico-descrittiva dell’arabo māgribi o magrebino, correntemente dārija, lingua orale del Marocco.

      Questa varietà è la più lontana dall’arabo letterario, ovvero dall’arabo classico e standard, e risulta essere quella meno intellegibile dagli altri parlanti arabofoni.

      Rispetto ad altre varietà dialettali arabe, infatti, l’arabo marocchino risente di un forte sostrato berbero, lingua di famiglia non semitica, ma camitosemitica, nonché dell’influenza del francese, e si distanzia dalle altre varietà arabe anche a causa delle peculiarità storiche e della posizione geografica decentrata rispetto agli altri paesi arabi.

      Il volume descrive dapprima il sistema fonologico, espone poi pronome, sostantivo, aggettivo e numerali, a cui segue un’ampia analisi del verbo, per soffermarsi poi su avverbi e particelle, raccogliendo infine le espressioni idiomatiche, frasi cristallizzate il cui significato si distanzia dalla traduzione letterale.

      Frutto di ricerca dialettologica il volume decodifica, sistematizza e descrive il materiale linguistico, corredandolo di un’ampia mole di esempi e si articola quale grammatica organica di riferimento.

    • Zuzana Nemčíková    Ivan Šuša   

      Corso di lingua slovacca

      Livelli A1-B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue

      Il Corso di lingua slovacca, rivolto a studenti universitari italofoni, si propone come guida all’interno di situazioni comunicative della quotidianità e include nozioni fonetiche, grammaticali e lessicali. I temi trattati, scelti in conformità con il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, rispettano una graduale successione dell’apprendimento fino al livello linguistico B1.

      Il metodo didattico utilizzato si basa da un lato sull’approccio comunicativo e dall’altro su quello contrastivo tra italiano e slovacco, senza mai tralasciare gli aspetti fondamentali della grammatica.

      Strutturato in 15 Lezioni dalla impostazione ricorrente, il manuale presenta dialoghi e testi di diversa natura, espressioni comunicative, lessico, nozioni grammaticali ed esercizi di varia tipologia. Al fine di consolidare l’interesse verso la lingua, sono trattati argomenti riguardanti la storia, la civiltà e la cultura della Slovacchia.

      Completano il volume le tabelle grammaticali riassuntive, le soluzioni degli esercizi, un ampio glossario e le tracce audio Mp3 dei testi e dei dialoghi, disponibili alla pagina dedicata al volume sul sito www.hoeplieditore.it/universita.

    • Silvia Pozzi   

      Il carattere e la lettera

      Tradurre dal cinese all'italiano

      Dedicato alle specificità della traduzione dalla lingua cinese, il manuale presenta i contenuti necessari alla riflessione e alla prammatica della traduzione per la combinazione linguistica cinese-italiano da una prospettiva inedita: cosa trasportare, cosa trasformare e cosa far cadere nel passaggio dal carattere alla lettera?

      L’opera, la prima del genere pubblicata in Italia, è articolata in 5 capitoli ciascuno dei quali è corredato da brani in cinese con esempi di traduzione e tavole sinottiche di confronto con la resa in altre lingue europee (inglese, francese, spagnolo) o di comparazione tra più versioni italiane del testo (di traduttori diversi o delle diverse fasi di revisione) commentate.

      Chiude il volume un saggio sulle varietà della lingua cinese letteraria a Hong Kong, Taiwan e in Malesia.

      In appendice sono presenti prove di traduzione con note tecniche e linguistiche utili a operare una riflessione sui testi di partenza e di arrivo, e a mettere in pratica le possibili strategie traduttive.